Una storia degna di una fiaba, un amore che dura da 7 secoli

23.09.2014 13:41

Crediti: University of Leicester Archaeological Services (ULAS)

 

 

 

A volte "finchè morte non vi separi" non è abbastanza. A volte l'amore vince la morte, il tempo e lo spazio.

E' grazie agli archeologi dell'University of Leicester che questa meraviglia sepolta é tornata alla luce, compiendo scavi nella Cappella "perduta" di St. Morrell, ad est della contea di Leicester. 11 scheletri umani risalenti a circa 700 anni fà. La particolarità consiste in due di essi, un uomo e una donna, sepolti assieme e con le mani strette l'una nell'altra.

"Abbiamo già visto salme simili prima di Leicester, coppie che vengono seppellite assieme in un singolo tumulo." afferma Vicky Score dell'ULAS (University of Leicester Archaeological Services). "La domanda principale che ci poniamo é perchè fossero seppelliti assieme? C'é una chiesa tenutasi in condizioni ottime in Hallaton. Questo ci conduce a pensare che la cappella servisse a qualche funzione speciale di sepoltura."

Le ragioni per la quale fossero sepolti lontani dalla chiesa potrebbero esser riconducibili a differenti motivi:

gli scheletri di quelle 11 persone potrebbero appartenere a persone malate e in isolamento, stranieri non ammessi in città, forestieri in viaggio o criminali. Nonostante lo status di vita delle persone, i corpi hanno ricevuto un funerale cristiano, e lo si evince dalla disposizione dei corpi utilizzata in quel tempo, posti in direzione dell'est, predisposti al ritorno dalla morte.

Oltre agli amanti che si tengono per mano, gli archeologi hanno scoperto un anziano dalla testa spaccata da una ferita da ascia e un giovane dai denti danneggiati gravemente e le ginocchia portate al petto.

Ma tutte le attenzioni convergono sugli amanti che, nonostante tutto, si stringono le mani, rimanendo legati in eterno.

 

 

Credits to:
http://www.iflscience.com/plants-and-animals/couple-found-holding-hands-700-years